Contenuto Principale

| Marce e Corse

| Manifestazioni e tempo libero

Dan Peterson, guru del basket, in Veneto: 'L'imprenditore è un coach, Benetton non lasci lo sport'

Dan Peterson, guru del basket, in Veneto: 'L'imprenditore è un coach, Benetton non lasci lo sport'

Dan Peterson indimenticabile coach di basket a Castelfranco per spiegare ad una platea di 300 imprenditori la filosofia del "capo". Ed il "capo", il Ceo di Velvet Media, Bassel Bakdounes,

che ha organizzato il meeting, spiega "Qhero.Org" la "Google" solidale che vuole costruire pozzi in Africa attraverso il web. Ma tutti i riflettori puntati su coach Peterson che a dire il vero non ha deluso le attese nonostante gli 82 anni appena compiuti: «Sì, gli imprenditori hanno tutto da imparare dallo sport perché lo sport è palestra di vita e lavoro duro proprio come richiede anche la vita stessa. Le regole dello sport sono sicuramente applicabili nella vita come mi hanno insegnato anche le mie esperienze sportive. Che statura deve avere un capo? Non c'entra proprio nulla nemmeno in uno sport di statura come il basket. Contano le idee e quello che uno dà sul suo lavoro e che risultato ottieni. Conta insomma come si usa il cervello e questo se lo deve ricordare soprattutto chi guida una squadra così come chi guida un'azienda. Guardate che non c'è nessuna differenza tra un imprenditore di successo e Lippi che ha vinto il mondiale di calcio, se non fosse magari per il cognome diverso. Ed un vero leader così come un coach deve anche saper ascoltare. Mi ricordo che durante i time out a Milano spesso D'Antoni mi dava qualche suggerimento e molto spesso l'ho anche ascoltato perché era lui in campo, e un consiglio da lui lo dovevo valutare. E poi bisogna saper innovare, cambiare, aggiornarsi. Guardate ad esempio la Ford: si è lasciata sorprendere dall'elasticità dei giapponesi che hanno capito prima che era importante fare squadra e non più il lavoro a catena».

Infine coach Peterson ha voluto ricordare: «Nel basket sono importanti gli imprenditori che credono nello sport. Io spero che gente come Benetton, Scavolini ed altri ritornino nel basket e seguano l'esempio della Fiat e di Armani. Per quanto riguarda invece Treviso attuale, beh, io ho molta fiducia in Pillastrini».

Fiducia invece sul futuro è sulla solidarietà l'ha esternata il Ceo di Velvet Bassel Bakdounes che ha organizzato l'evento proprio per lanciare Qhero.org, un nuovo motore di ricerca: «Abbiamo ideato un sistema per fare donazioni attraverso un motore di ricerca che si promuove grazie ai messaggi virali. D'ora in poi un'azione canonica diventerà un gesto virtuoso». Insomma Velvet Media dice di star stringendo un accordo per donare direttamente una percentuale fissa sul valore di ogni click che per gli annunci sponsorizzati vale in media 30 cent.

I soldi, dice Velvet, arrivano direttamente dalle aziende che investono in pubblicità sul motore di ricerca. L'utente non paga nulla: cerca e basta e il motore di ricerca dona l'importo per ogni ricerca e le aziende che sponsorizzano sono gratificate. «Doneremo il ricavato ad alcune associazioni che operano direttamente nella costruzione di pozzi d'acqua nel Corno d'Africa - spiega Bakdounes -, un pozzo vale dai 9 ai 12 mila dollari per un villaggio di 300 persone. Noi comunque terremo sempre informato il pubblico sul target di raccolta di ogni causa benefica...». Insomma sport, industria, innovazione, solidarietà, questa l'attività futura annunciata da Velvet.

Gabriele Zanchin

Foto: Dan Peterson con Bassel Bakdounes e la palla a spicchi autografata (da pagina Fb Velvet Media)

| TRAIL DEGLI EROI

| FORZA E CONCENTRAZIONE

 

| LA CORSA PIU' PAZZA


© Littera srl Officina Editoriale Tel. 0424 833717 | P.IVA 03227510249 | Il grande Sport | Registrazione tribunale Bassano del Grappa n. 8/2004

Progetto StiKa©

| Realizzato da Progetto StiKa |