Contenuto Principale

| Marce e Corse

| Manifestazioni e tempo libero

Campedelli in visita ai capolavori del Canova: 'Fusione Chievo e Verona? Sarebbe logico, ma... Io interista? Sì, ma non ditelo'

Campedelli in visita ai capolavori del Canova: 'Fusione Chievo e Verona? Sarebbe logico, ma... Io interista? Sì, ma non ditelo'

di Gabriele Zanchin

Approfittando della sosta del campionato di calcio per gli impegni della nazionale, il presidente e proprietario del ChievoVerona Luca Campedelli ha pensato bene di fare una visita culturale alla Gipsoteca del Canova a Possagno.

Il presidente e turista Campedelli si è presentato al museo intorno alle 18 come un qualsiasi visitatore ed è stato accolto da Giancarlo Cunial, studioso e guida all’interno del museo. Una visita a sorpresa ma molto apprezzata quella di Campedelli che si è soffermato a contemplare prima i gessi e le splendide opere, e poi le stanze della casa natale del Canova. «Una visita che bisogna fare - ha spiegato il presidente del club scaligero - e che sono contento di aver fatto».

Poi con il presidente non sono mancate le battute proprio sul calcio e sul momento del suo Chievo: «Stiamo andando bene ma il campionato è ancora lungo».

Ma si è parlato anche di…un club unico per la città di Verona...
«Sarebbe la cosa più logica - ha risposto Campedelli con un mezzo sorriso - ma per adesso penso sia un’utopia. Anche per come stanno andando le due squadre». E poi quello stadio, fuori portata: «In effetti è vero ma per quello bisogna sentire il Comune, questo è chiaro. Ce ne vorrebbe uno di più piccolo. Ecco io penso che per Verona uno stadio da 20-25 mila posti sarebbe l’ideale. Ma non sarà facile perché i costi sono esorbitanti. Basti pensare che uno stadio nuovo viene a costare 1200 euro a posto».

Ma con il presidente Campedelli, patron del Chievo, non può mancare anche una domanda sulla sua fede interista. «Nonostante tutto quella rimane intatta, ci mancherebbe, ma non ditelo tanto in giro altrimenti mi mettete nei casini».

Certamente eccolo accontentato presidente, che lascia il Museo Canova ammirato sia per il patrimonio culturale che custodisce e che ha avuto modo di visitare sia per come viene mantenuto questo complesso privato. Insomma, una perla della cultura italiana così come il suo Chievo è una perla dello sport nazionale.

 

| TRAIL DEGLI EROI

| FORZA E CONCENTRAZIONE

 

| LA CORSA PIU' PAZZA


© Littera srl Officina Editoriale Tel. 0424 833717 | P.IVA 03227510249 | Il grande Sport | Registrazione tribunale Bassano del Grappa n. 8/2004

Progetto StiKa©

| Realizzato da Progetto StiKa |