Contenuto Principale

Atletica Euroindoor, a Belgrado l'Italia team ringiovanito prova a battere un colpo dopo tante amarezze

Prima uscita del team Italia dopo le amarezze di Rio. Una nazionale non numerosissima (15 uomini e 11 donne) partecipa ai campionati europei indoor di Belgrado. Prima volta per il ritorno ai vertici tecnici di Elio Locatelli, nel nuovo organigramma predisposto dal presidente della Fidal Alfio Giomi.

Ai campionati il Nordest italiano è rappresentato da sette atleti. Esclusa la veneta n. 1 del peso Chiara Rosa, fuori per problemi fisici le altiste (che avrebbero avuto parecchio da dire in queste gare) friulane Trost e Rossit, assente anche il "veneto" (perché poliziotto) di Puglia Daniele Greco, il Veneto schiera quattro atleti (i velocisti Tumi e Hooper, la lunghista Strati, la mezzofondista Viola) e il Trentino tre (l'altista Chesani, il fondista Crippa e il quattrocentista Lorenzi). Regione più rappresentata il Lazio con 6 atleti (Donato, Howe, Cavazzani, Chigbolu, Furlani e Spacca) seguita dai 5 della Lombardia (Falocchi, Fofana, Lambrughi, Jacobs, Cairoli). Tre presenze per Emilia Romagna (Bouih, Capponcelli e Folorunso). Un atleta per Campania (Derkach), Piemonte (Razine), Puglia (Pasquale), Sicilia (Randazzo) e Toscana (Bongiorni).

In tutto gli azzurri coprono 9 gare maschili e 6 femminili. Significativo il dato dell'età media della squadra: 25,28 (25,48 per gli uomini e 25 per le donne) spaziando dal veterano Fabrizio Donato (classe 1976) al ventenne Christian Falocchi. Donato, bronzo olimpico del triplo, che in carriera ha collezionato 42 maglie azzurre, è il veterano. Al femminile il nome più"esperto" è quello della staffettista Maria Enrica Spacca (22). Quattro le matricole al debutto in Nazionale senior: Yassin Bouih (20 anni, 1500m), Filippo Randazzo (20 anni, lungo), Daniele Cavazzani (24 anni, triplo) e Lucia Pasquale (22 anni, 4x400). L'Italia ritrova un azzurro nelle prove multiple grazie a Simone Cairoli, 27enne lombardo che ai campionati francesi di Bordeaux ha raggiunto 5824 punti, primato personale e quinto eptatleta italiano di sempre. Era da Torino 2009 con William Frullani che un azzurro non prendeva parte agli Euroindoor.

Ciliegina sulla torta azzurra, tre lunghisti e tutti italiani nelle prime tre posizioni del ranking stagionale tra gli iscritti: Marcell Jacobs (8,07), Filippo Randazzo (8,05) e Andrew Howe (8,01). Non sono mancate le polemiche post convocazioni: l'Italia ha sette quattrocentiste con il minimo per gli Euroindoor ma non fa fare la gara individuale a nessuna di loro, nemmeno alla Folorunso capace di scendere a Madrid sotto 53", e questo ha agitato parecchio le acque dei commentatori. Il team tecnico punta tutto invece sulla staffetta 4x400: tra le selezionate Maria Benedicta Chigbolu, Ayomide Folorunso e Maria Enrica Spacca, che alle Olimpiadi di Rio hanno realizzato il primato italiano conquistando la finale, chiusa al sesto posto.

Ora si aprono i giochi alla Kombank Arena, dove la diva di casa è la lunghista Ivana Spanovic, regina del lungo dal fisico statuario, anche quest'anno già vicina ai 7 metri.

La squadra italiana

UOMINI/Men (15)
60m: Michael Tumi (Fiamme Oro Padova)
400m: Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946)
400m: Marco Lorenzi (Fiamme Gialle)
1500m: Yassin Bouih (Fiamme Gialle/Atl. Reggio)
3000m: Yeman Crippa (Fiamme Oro Padova)
3000m: Marouan Razine (Esercito)
60hs: Hassane Fofana (Fiamme Oro Padova)
alto/HJ: Silvano Chesani (Fiamme Oro Padova)
alto/HJ: Christian Falocchi (Brixia Atletica 2014)
Lungo/LJ: Marcell Jacobs (Fiamme Oro Padova)
Lungo/LJ: Andrew Howe (Aeronautica)
Lungo/LJ: Filippo Randazzo (Fiamme Gialle/Pro Sport 85 Valguarnera)
Triplo/TJ: Daniele Cavazzani (Studentesca Rieti Andrea Milardi)
Triplo/TJ: Fabrizio Donato (Fiamme Gialle)
Eptathlon: Simone Cairoli (Lecco-Colombo Costruzioni)

DONNE/Women (11)
60m: Anna Bongiorni (Carabinieri)
60m/4x400: Gloria Hooper (Carabinieri)
3000m: Giulia Alessandra Viola (Fiamme Gialle)
alto/HJ: Serena Capponcelli
alto/HJ: Erika Furlani (Fiamme Oro Padova)
Lungo/LJ: Laura Strati (Atl. Vicentina)
Triplo/TJ: Dariya Derkach (Aeronautica)
4x400: Maria Benedicta Chigbolu (Esercito)
Ayomide Folorunso (Fiamme Oro Padova)
Lucia Pasquale (Brixia Atletica 2014)
Maria Enrica Spacca (Carabinieri)

| TRAIL DEGLI EROI

| FORZA E CONCENTRAZIONE

 

| LA CORSA PIU' PAZZA


© Littera srl Officina Editoriale Tel. 0424 833717 | P.IVA 03227510249 | Il grande Sport | Registrazione tribunale Bassano del Grappa n. 8/2004

Progetto StiKa©

| Realizzato da Progetto StiKa |