Contenuto Principale

La sfida di Mirko, Forrest Gump pedemontano: 60 maratone in 60 giorni. Ecco perché e per chi. I video, le foto

La sfida di Mirko, Forrest Gump pedemontano: 60 maratone in 60 giorni. Ecco perché e per chi. I video, le foto

(Cs) Forrest Gump gli piace e infatti ha adottato la sua immagine sia nel profilo facebook (seduto sulla panchina insieme a lui), sia nell'immagine guida dei suoi incontri di corsa, molto partecipati (Forrest barbuto inseguito sulle strade d'America).

E lui è il Forrest Gump locale, sfrecciante tra maratone e long trail, partenza da casa a Mussolente, ai confini tra il Vicentino e il Trevigiano, lungo i sentieri e le strade pedemontani.

Ora si è messo a correre maratone, una al giorno, corse sotto le 4 ore. Il 26 febbraio è la numero 60, a quel punto lui ne avrà fatte 60 tutte di fila. Scopo, raccogliere aiuti per i bambini ugandesi, che gli hanno mandato foto e incitamenti grazie all'opera dei coniugi Zonta, vicentini residenti nella Marca, che in Africa operano da volontari. Ma corre anche per ricordare la mamma, da poco scomparsa, e nel video che proponiamo le manda un bacio.

Video 1/ «Ecco perché e per chi corro»

Non è nuovo a queste sfide. Intanto è già nel guinness dei primati, nessuno prima d'ora aveva superato le 51 maratone giornaliere e lui è già quasi a 60. Lui è un appassionato di ultra running, non per niente è uno degli autori della rubrica "Mondo running" su Il grande Sport cartaceo, collaborazione iniziata dopo una 100 km nel deserto, e stavolta ha proprio dimostrato questo suo amore per la corsa che ritiene uno stile di vita. Non lo consiglia a nessuno, ha spiegato al Gazzettino, perché ci può rimettere la salute, ma lui sì, lo deve fare, perché "deve correre".

Video 2/ L'intervista: «Di corsa, ma non in macchina»

L'appuntamento per tutti è domenica 26 febbraio alla maratona conclusiva Gdp "Progetto per l'Uganda". Chiunque potrà correre quanto vuole, nessuno è obbligato alla distanza della maratona. Obiettivo coronare la raccolta fondi a favore di una scuola nel paese africano. Ritrovo a Mussolente, in via Leonardo da Vinci alle 7.30. Una festa con convivio finale, perché correre è bello sì, e anche in compagnia (ad ogni tappa Mirko ha avuto tanti amici), ma festeggiare l'impresa e l'amicizia è un dovere.

Foto / Lui, Forrest e i suoi amici

 

| TRAIL DEGLI EROI

| FORZA E CONCENTRAZIONE

 

| LA CORSA PIU' PAZZA


© Littera srl Officina Editoriale Tel. 0424 833717 | P.IVA 03227510249 | Il grande Sport | Registrazione tribunale Bassano del Grappa n. 8/2004

Progetto StiKa©

| Realizzato da Progetto StiKa |