Contenuto Principale

Il manager del Giro 'sgamato' dai pellegrini trevigiani sulla strada di Gerusalemme. E la corsa rosa 2018 parte da lì

Il manager del Giro 'sgamato' dai pellegrini trevigiani sulla strada di Gerusalemme. E la corsa rosa 2018 parte da lì

Il Giro d’Italia 2018 partirà da Gerusalemme. Il Giro della pace nel nome di Gino Bartali “Giusto tra i giusti”. Un avvenimento storico le tre tappe in Terra Santa, unico, forse irripetibile

sia da un punto di vista sportivo ma anche sociale, culturale, politico.

Ed in questo contesto di unicità spunta anche una curiosità che riguarda i veneti da vicino, e cioè la trevigiana parrocchia di Castello di Godego.

Nel senso che dell’atto finale di questo accordo storico tra Rcs ed il Ministero del turismo israeliano è stata “testimone” anche una carovana di pellegrini godigesi. Infatti il direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni ha viaggiato sullo stesso aereo della El Al diretto a Tel Aviv con la comitiva godigese suscitando anche una certa curiosità.

«Ma che ci andrà a fare il direttore del Giro in Israele?» è la domanda che si sono fatti gli appassionati di sport e ciclismo che l’hanno subito riconosciuto. Vestito in maniera elegante con la borsa da lavoro, il direttore Vegni è stato immediatamente accolto dal personale ed ha viaggiato in prima classe. All’arrivo a Tel Aviv, dopo il disbrigo delle formalità burocratiche la curiosità è stata tanta: direttore in Israele per lavoro immaginiamo? è stata la domanda buttata là più per rompere il ghiaccio.

Vegni sorpreso ma gentile abbozza un sorriso:«Sì certo…» ha risposto. A questo punto la domanda diretta: «Vedremo il Giro partire da Israele in un prossimo futuro? Mauro Vegni abbozza un sorriso ma anche, visto come è andata, una mezza bugia: «Non sarebbe una brutta idea… Ci stiamo pensando e potrebbe anche succedere».

Ed è successo tanto che è stato ufficializzata la partenza del Giro d’Italia nel 2018 proprio da Israele. Una tappa a cronometro a Gerusalemme in programma venerdì 4 maggio di 10,1 km, poi sabato 5 maggio la Haifa-TelAviv di 167 km e la terza tappa Be’er Sheva-Eliat di 226 km. Insomma un Giro storico, nel nome di Bartali…con testimoni trevigiani da Castello di Godego.

Gabriele Zanchin

Foto da Wikipedia

Ricerca / Colonna destra

 Grandi Motori 

| TRAIL DEGLI EROI

| FORZA E CONCENTRAZIONE

 

| LA CORSA PIU' PAZZA


© Littera srl Officina Editoriale Tel. 0424 833717 | P.IVA 03227510249 | Il grande Sport | Registrazione tribunale Bassano del Grappa n. 8/2004

Progetto StiKa©

| Realizzato da Progetto StiKa |