Marostica città degli scacchi? No, dello sci! Il club ha mezzo secolo e vince l'Alfiere: ecco la storia. E tutti i premiati

  • Stampa
Marostica città degli scacchi? No, dello sci! Il club ha mezzo secolo e vince l'Alfiere: ecco la storia. E tutti i premiati

Al giro di boa del mezzo secolo lo Sci Club Marostica Asd vince l’Alfiere d’Argento 2019, “per i 50 anni di impegno nel promuovere l'attività sciistica con particolare attenzione all'avviamento e alla formazione dei giovani”.

Marostica ha incoronato, come da tradizione nel giorno della Befana, il miglior sportivo o sodalizio del 2019.

A ritirare il prestigioso premio, il vicepresidente Lelio Passuello, mentre Roberto Xausa ha percorso le tappe della società. In particolare ha ricordato Giuliana Minuzzo, medaglia olimpica negli anni ‘50 originaria di Vallonara, ringraziando a nome di tutti i primi animatori dell’organizzazione nata nel 1969 grazie all’intraprendenza di alcuni marosticensi come Bepi Zampieri, Michele Fontana, Francesco Filippi, Gianni Mabilia); gli atleti che si sono formati nel suo ambito; la recente attività paralimpica.

Nella prima metà degli anni ’60 lo Sci era ancora avventura. Nessuno poteva immaginare il fenomeno bianco che avrebbe coinvolto i ragazzi marosticensi dell’epoca. Tutto ebbe origine dal programma della Sezione Cai di Marostica che mise in calendario “Scuola di Sci al Passo Rolle” con Santa Messa a San Martino di Castrozza. La prima scuola di sci nasce così, con maestri Bepi Zampieri, Fabio Lorenzon e Gianni Menegotto. La qualità tecnica cresce giorno dopo giorno e la passione con essa. È proprio dallo Stelvio che si aprono i contatti con il grande sci del momento, nascono i primi sci club della Vallata Alpina (G.Thoeni). Una certa sera scatta l’idea di fare anche a Marostica uno Sci Club con squadra agonistica. Servivano: un piccolo bus, che venne realizzato dall’appoggio del consiglio direttivo d’allora con Bepi Zampieri che diede il via all’iniziativa; le divise, alle quali ci pensò Angelo Carlo Festa, titolare di Belfe, e così nel marzo del 1969 ci fu la prima uscita ufficiale dello Sci Club Belfe Marostica, a Bardonecchia. Berto Dinale, Lelio Passuello e Roberto Xausa partirono con i giovani “atleti”.

È doveroso ricordare che lo Sci Cai Belfe Marostica ebbe la sua affermazione sulla spinta di amici e sostenitori come Beppe Chiurato, Amilcare Quieto, Michele Fontana, Gianni Mabilia e altri. L’Associazione diventa quindi Sci Cai Marostica con il presidente Francesco Filippi per la parte organizzativa e Fulvio Tognon per gli agonisti. Altri collaboratori: Franco Berton e Gianni Menegotto. Agli inizi del 2001 nasce lo Sci Club Marostica con iscrizione Fisi. Primo Presidente, Roberto Xausa, coadiuvato nel consiglio direttivo da Lelio Passuello, Gianni Mabilia, Michele Fontana, Alberto Dinale, Ottavio Fincato, Renzo Costacurta.

La cerimonia si è aperta con la cittadinanza onoraria a Carlo Micheli, maestro F.I.D.E, nell’Albo d’Oro dello scacchismo internazionale; e con la presentazione di Roberta Amadeo, campionessa mondiale di handbike, che ha annunciato la candidatura di Marostica alla prova di coppa del mondo di paraciclismo di maggio 2021.

L’Alfiere d’Argento è il giorno dei riconoscimenti dei tanti atleti, società sportive, dirigenti, operatori che si sono distinti in ambito agonistico per le categoriesport agonistico, promessa dello sport, sport scolastico ed esempi per lo sport. Ecco i premiati di questa edizione, selezionati dalla commissione presieduta da Daniela Bergamo. Settore agonistico: Carlotta Pinzoni (Sport Management – Nuoto Finp); Silvia Corradin (Sport Management – Nuoto Fisdir); Luigi Vivian (Asd – Nico Runners / Maratona/Mezza Maratona/ Trail); Nicole Marchetti (G. Bocciofilo Bpm / Bocce); Maddalena Fontana (Atletica Marostica Vimar / Cross);Lorenzo Spagnolo (T41 Triathlon Marostica); Francesca Crestani (T41 Triathlon Marostica); Giacomo Merlo (T41 Triathlon Marostica); Squadra T41 – squadra mista Merlo – Spagnolo – Crestani – Lobba (T41 Triathlon Marostica); Riccardo Zannoni Team Veneto (Team Veneto Nuoto);Christian Dinale (Gruppo Rallysti Marosticensi); Raffaele Scalabrin (Gruppo Rallysti Marosticensi); Ylenia Bianchin (Asd Be Strong); Rino Bresolin (Atletica Vimar/Iron Man).Promesse dello sport: Andrea Nodari (Centro Tennis Vicenza / Tennis); Giovanissimi Regionali USD Marosticense (Calcio); Giovanissimi VC Città Marostica (Ciclismo); Andrea Pozza (Atletica Marostica Vimar / Salto in Lungo / Salto alto); Rachele Peloso (Atletica Marostica Vimar / Salto in lungo / Salto alto). Attività sportiva scolastica. Giovanni Covolo 5^C (Istituto Comprensivo Di Marostica / Corsa Campestre – Primaria); Anna Bagnara 1^ D Medie (Istituto Comprensivo Di Marostica / Corsa Campestre – Primaria medie); Siria Perdoncin 3^ E (Istituto Comprensivo Di Marostica / Corsa Campestre – Secondaria); Jaril Al Mouklis Nizar 3^ E (Istituto Comprensivo Di Marostica / Corsa Campestre – Secondaria). Attività sportiva amatoriale: Gianni Parise (Caretera de Marostega). Esempio dello sport:Martina Caron (Atletica Marostica Vimar – getto del peso).

Inoltre, la bandiera della Città di Marostica, per la prima volta, è stata assegnata a tutte le società sportive cittadine. Ricordando il progetto Sport 5 per le scuole, la realizzazione del campo da calcio in erba sintetica e dello skatepark, il sindaco Matteo Mozzo ha dichiarato: “Al di là delle individualità che premiamo, è bello pensare che lo sport in questo territorio sia prima di tutto una pratica di vita e un valore, attorno ai quali si aggrega parte della società, con impegno, sacrificio e… sano divertimento. Compito di un’amministrazione è fare in modo che lo sport sia una possibilità per tutti, offrendo un ambiente sano e strutture adeguate, dove possano svilupparsi anche delle carriere professionistiche”.

Marostica città degli scacchi? No, dello sci! Il club ha mezzo secolo e vince l'Alfiere: ecco la storia. E tutti i premiati

Alla cerimonia, condotta dal consigliere con delega allo sport Daniela Bergamo, hanno partecipato l’europarlamentare Mara Bizzotto; l’assessore regionale Manuela Lanzarin che ha portato i saluti del presidente Luca Zaia e dell’assessore Cristiano Corazzari; l’onorevole Erik Umberto Pretto; l’onorevole Germano Racchella; l’onorevole Silvia Covolo; il consigliere regionale Nicola Finco; il consigliere provinciale Giorgio Santini; il delegato provinciale del Coni Giuseppe Falco.

Foto (uff. stampa Comune Marostica): nel titolo la premiazione dello Sci Club; poi la foto con la passerella delle autorità presenti