Mondiali di ciclismo, da Brambilla a Pellizzotti l'Italia parla veneto e nordestino nelle diverse nazionali. Battistella, di Rossano, è la sorpresa dilettanti

Mondiali di ciclismo, da Brambilla a Pellizzotti l'Italia parla veneto e nordestino nelle diverse nazionali. Battistella, di Rossano, è la sorpresa dilettanti

di Gabriele Zanchin

L’Italia del ciclismo parla dialetto veneto. In vista del campionato del mondo di ciclismo che quest’anno si corre in Austria ad Innsbruck da domenica 23 a domenica 30 settembre, i vari commissari tecnici delle nazionali femminili, under, cronometro e nazionale maggiore hanno diramato le convocazioni.

Naturalmente l’attenzione maggiore è posta sui professionisti ma per i tifosi trevigiano vicentini la grande sorpresa e speranza viene dalla convocazione di Samuele Battistella nei dilettanti. Ma andiamo con ordine perché , come abbiamo detto, l’attenzione maggiore è sui professionisti ed il ct Cassani ha convocato: Aru, Bambilla, Cataldo, Caruso, De Marchi, Formolo, Moscon, Nibali, Pellizzotti, Pozzovivo e Visconti.

Come si vede una nazionale a trazione nordestina visto che Brambilla è vicentino, De Marchi e Pellizzotti (con i suoi 40 anni il più anziano dei ciclisti e regista italiano in corsa) sono friulani, Formolo veronese e Moscon Trentino. De Marchi poi dovrebbe anche essere protagonista nella gara a cronometro. Ma la sorpresa a livello di convocazioni è giunta nella nazionale under 23 dove il ct Marino Amadori non ha esitato a convocare Samuele Battistella. Residente a Rossano Veneto, in provincia di Vicenza, Samuele Battistella classe 1998 è portacolori della Zalf Euromobil Fior e quest’anno si è messo particolarmente in evidenza tanto che il selezionatore azzurro lo ha voluto con sé in azzurro e come pre mondiale lo ha mandato in due corse con i professionisti nella Coppa Agostoni e al Giro di Toscana.

Grande soddisfazione per questa convocazione nel team trevigiano della Zalf: «Dopo la partecipazione al Tour de l'Avenir e il ritiro al Sestriere, Samuele ha dimostrato di essere in ottima forma offrendo delle ottime prestazioni a Carnago e a Loro Ciuffenna. Il ragazzo ha delle ottime sensazioni che ci fanno essere fiduciosi in vista della sua partecipazione al Campionato del Mondo di Innsbruck. Il percorso iridato è molto impegnativo e si adatta alle sue caratteristiche, attendiamo e prepariamoci a fare il tifo in Austria per Samuele» ha spiegato il team manager Luciano Rui.

Ecco il programma della settimana iridata di Innsbruck: domenica 23 cronosquadre; mercoledì 26 cronometro uomini; giovedì 27 gare in linea juniores maschili e femminili; venerdì 28 gara in linea under 23; sabato 29 gara in linea donne élite ; domenica 30 gara professionisti. Il circuito: 258,5 km. In linea 84,7 km poi sei giri di 23,8 km ( salita di Igls 7,9 km al 5,7%) 31 km con il muro ( 2800 mt all’11,5% e punte del 28%). Dalla vetta 8 km al traguardo. Dislivello di 4670 mt. Domenica 23 la nazionale parteciperà al Trofeo Matteotti a Pescara, poi ritiro a Torbole e giovedì trasferimento a Kufstein 40 km da Innsbruck per il ritiro finale pre mondiale.

Foto Zalf: una vittoria di Samuele Battistella