Contenuto Principale

Trail degli Eroi, sul Grappa Giovanelli-Trenti e Borzani. Tra i runner anche la brava cagnetta Dora... Foto

Trail degli Eroi, sul Grappa Giovanelli-Trenti e Borzani. Tra i runner anche la brava cagnetta Dora... Foto

La sesta edizione del Trail degli Eroi ha visto le pendici del Grappa come cardine di interesse per il mondo del running in quota, confermando che il Trail degli Eroi sia ormai

un appuntamento fondamentale della stagione sportiva di corsa in montagna italiana.  Un evento reso possibile grazie ad un anno di lavoro della Asd Lupi Team, degli Alpini  Gruppo Bassano del Grappa sezione di Semonzo e della Protezione Civile Campo D’Arsego ed i volontari di tutte le associazioni. Il supporto dei Comuni di Borso del Grappa e di Crespano è stato fondamentale, con la promessa di un crescente impegno ad appoggiare e fare crescere un evento che ha letteralmente portato al sold out le maggiori strutture di ricettività dell’area. Ma il convogliamento è stato a livello nazionale, anche molte aziende come Banca Mediolanum hanno dato il loro appoggio in un perfetto concerto di intenti.

Foto. Scatti dal Trail degli Eroi 2016

Il primo appuntamento il venerdì sera, con la proiezione del documentario di Mira Rai, vice campionessa mondiale di Sky Running, che racconta la storia di come una passione per lo sport possa portare chi sogna e ha dedizione alle vette più alte, non solo dei monti ma anche delle classifiche sportive. A seguire dibattiti sulla corsa in montagna oggi, che hanno interessato i maggiori esponenti del settore, come l’organizzatore Renato Menci, ed atleti come Christian Modena che si sono confrontati su come stia evolvendo lo scenario sportivo della corsa in montagna in Italia.  Al termine di questa round table, l’appuntamento è stato sulla Start line dell’ultra maratona, quasi cinquanta chilometri e poco meno di tremila metri di dislivello, che hanno portato trecentosedici atleti di tutta Europa da Borso del Grappa al Sacrario Ossario di Cima Grappa, Trincee di Col Campeggia ed i Monti Asolani per poi tornare all’Antica Abbazia di Borso del Grappa. 

Un viaggio indimenticabile per 316 concorrenti, all’insegna dello sport ma anche della storia, che non a caso è iniziato con il silenzio militare e le note della tromba degli Alpini, proprio a sottolineare la doppia natura di questo evento, quella sportiva e quella storica. Una giornata quasi del tutto senza pioggia, con una partenza nella nebbia fitta che ha accompagnato i concorrenti fino alla cima del Grappa per poi diradarsi fino a regalare delle finestre di sole, che hanno sottolineato ancora di più i colori ed i profumi autunnali. Un’edizione dove anche la competizione ha toccato i massimi livelli con un primo posto guadagato da Nicola Giovannelli, Federico Trentin, che hanno competato l’impresa attraversando il traguado mano nella mano a pari merito in sole 4 ore e 30 minuti, quasi a sottolineare l’importanza di valori dello sport e della fratellanza, prima che della competizione.

Tra le donne una fortissima Lisa Borzani si aggiudica il primo posto di categoria a circa due ore di distanza.Ultimo a tagliare il traguardo Gianfranco Zanon, concorrente più anziano con 74 anni di esperienza e 10 ore e 40 minuti di corsa.  Un successo anche per la macchina organizzativa che ha garantito la sicurezza di tutti i 316 concorrenti e che non ha visto alcun disperso. Da registrare un intervento di soccorso: Dora, una cagnolina di Borso del Grappa, incuriosita dal serpentone luminoso dei concorrenti in salita prima dell’alba verso il Sacrario, ha seguito il gruppo arrivando fino in cima e percorrendo quasi 12 chilometri e 1700 metri di dislivello. Stremata dalla stanchezza è stata tratta in salvo dai volontari, che grazie all’interessamento di tutti in un tam tam hanno immediatamente rintracciato la proprietaria e gliela hanno riportata a casa dopo averla dissetata e rifocillata. La corsa in montagna è proprio questo, ovvero la condivisione di esperienze e di valori attraverso lo sport e la natura, dal primo classificato all’ultimo a passare la finish line.

Tutti i nomi degli arrivati li trovate su Il grande Sport cartaceo in distribuzione dal 7 ottobre.

| TRAIL DEGLI EROI

| FORZA E CONCENTRAZIONE

 

| LA CORSA PIU' PAZZA


© Littera srl Officina Editoriale Tel. 0424 833717 | P.IVA 03227510249 | Il grande Sport | Registrazione tribunale Bassano del Grappa n. 8/2004

Progetto StiKa©

| Realizzato da Progetto StiKa |